home | | info editore | info sito | contatti | ordini
Ricerca in catalogo
Cosa cercare

Dove cercare
Persona Titolo
Collane
Vianesca/Poesia e narrativa
V/Storie gialle e noir
Studia/Scienze umane
Sos/Storia o storie
Juvenilia/Storie per ragazzi
Progetti
Virinforma/Rivista bimestrale
Unatantum/Rivista aperiodica
Didala/Rivista annuale
Link
Presentazioni e appuntamenti
Rassegna stampa
Premi letterari
Newsletter
Inserire la propria email

 
Met.provincia.fi.it - 28.03.2012
Met.provincia.fi.it - 28.03.2012
Gran festa del coclismoa Massarella
Alla presentazione del libro su Secondo Magni c'erano l'ex CT della nazionale Alfredo Martini e l'assessore regionale Riccardo Nencini. Gran bella festa del ciclismo nella sede della contrada, a Massarella. Sala stracolma. A onorarla Alfredo Martini, ex commissario tecnico della nazionale, Riccardo Nencini, assessore regionale ma, per l'occasione, nella veste di presidente del Comitato regionale toscano della Federciclismo, e ex corridori del calibro di Renzo Soldani e Sante Ranucci, campione del mondo dilettanti nel 1955. A fare gli onori di casa il sindaco Claudio Toni, l'assessore allo sport Alessio Spinelli e lo staff dirigenziale della Contrada, cui si deve l'organizzazione perfetta della manifestazione. Si è parlato molto del ciclismo del passato per onorare Secondo Magni, nel centenario della nascita. Ma anche per ricordare le imprese di quanti, nati nel territorio del comune di Fucecchio, hanno alimentato la passione del ciclismo. Passione che, fino agli anni Sessanta dell'altro secolo, sovrastava quella per il calcio. Nencini ha sottolineato che gli italiani sono stati uniti anche dal Giro d'Italia. E Martini, nel ricordare i suoi legami con i Magni, ha parlato di gente onesta, pulita, disposta al sacrificio, artefice di vere e proprie imprese. Oltre che commemorare Secondo Magni, è stata l'occasione per presentare il libro "Secondo Magni e gli altri storia del ciclismo a Fucecchio, da quella maglia rosa ai pavé di Tafi", scritto da Luciano Ancillotti e Riccardo Cardellicchio, edito da Marco Del Bucchia. Poi dato, in omaggio, ai premiati dalla Contrada e dall'Assessorato allo sport. Numerosi i riconoscimenti, consegnati dal sindaco Claudio Toni, dall'assessore Alessio Spinelli, dal presidente della Contrada, da Alfredo Martini e da Riccardo Nencini. Questi ultimi due li hanno anche ricevuti. Per Secondo Magni, lo ha ritirato il figlio Massimo. Per Vittorio Magni, il cognato Alfio Cioni. Per Ottavio Del Bino, il figlio. Per Gino Campigli, il genero Agostino Panichi. Direttamente, l'hanno ritirato Enzo Cinelli, Athos Rossi, Moreno Campigli, e Andrea Tafi. Per Luca Scinto, è intervenuto il fratello. E, per Federico Colonna, il padre Egisto. Riconoscimenti agli ufficiali di gare Leo Beconcini (presente la figlia), Andrea Caciagli (ha ritirato la vedova Argentina Boncristiani) ed Enzo Ficini (ha ritirato un parente). Non dimenticati i corridori Walter Pettinati, Enzo Donati, Quinto Pellegrini, Giorgio Campigli, Damiano Giannoni, Luca Bozzi e Luca Tacchi. Quest'ultimo a rappresentare il futuro del ciclismo locale, dopo anni di silenzio. Non potevano essere ignorati gioielli del passato, seppur "forestieri", come Soldani e Ranucci. E la società ciclistica di Borgo a Buggiano, organizzatrice della Coppa Linari, una delle gare più antiche delle Toscana, e che molto ha inciso nel palmares dei corridori di Massarella e dintorni. Tra gli invitati, alcuni giornalisti e scrittori di ciclismo, tra i quali Giordano Cioli e Walter Bernardi. Al termine, l'aperi-cena curato, nei minimi particolari, dalle donne della Contrada Massarella.
Libri correlati
Luciano Ancillotti, Riccardo Cardellicchio
Secondo Magni e gli altri
Il ciclismo a Fucecchio da quella maglia rosa ai pavé di Tafi
2012

rassegna stampa
copyright | marco del bucchia marco del bucchia s.a.s. | p.i. 01859680462